Hai dei collaboratori? Come li gestisci?

 

Parto dal presupposto come dice il titolo che questo video è dedicato a chi ha almeno un collaboratore o a chi ha intenzione o sta pensando di averne uno in futuro.

Diciamo che a parte qualche Impiantista la media delle aziende è composta al massimo  da 4 persone.

In molti casi l’Impiantista ha a che fare con collaboratori.

A dir la verità si potrebbero inserire come collaboratori anche rapporti non continuativi con altri Impiantisti per la realizzazione di un progetto specifico.

Spesso capita che tra Impiantisti ci sia uno scambio di manodopera per contenere i costi fissi ma allo stesso tempo poter acquisire e realizzare appalti importanti.

Ecco che con quest’ultima soluzione di collaborazione il numero di Impiantisti che  deve gestire collaboratori aumenta.

Si perché questo modello di collaborazione sta aumentando e a mio parere è un’ottima soluzione per tenere i costi fissi bassi ma allo stesso tempo ti da la possibilità di testare il mercato e valutare se vale la pena fare un’assunzione a tutti gli effetti, con ovviamente tutto ciò che ne comporta.

Si perché a parte un primo test iniziale se si intende fare sul serio nelle prospettive di crescita e diffondere la tua azienda con le sue caratteristiche aziendali è molto meglio farlo con dei collaboratori stabili o presunti tali.

In ogni caso ritengo che in entrambi i casi, o collaboratori a busta paga o prestatori d’opera, tu debba far si che vengano rispettate le tue regole, le tue procedure lavorative, la tua immagine aziendale.

Tutto questo ovviamente come sempre è il mio modesto parere e soprattutto è quello che fanno  gli imprenditori di successo nelle proprie aziende.

Prova ad analizzare imprenditori di successo che conosci ed analizza che politica hanno adottato con i propri collaboratori sia esterni che interni.

Noterai che sono spesso in linea con quello che ti ho appena detto.

Hanno stilato un regolamento comportamentale, procedure e metodi e poi lo fanno rispettare ai propri collaboratori per far si che ci sia una linea comune che porti a far crescere e confermare l’immagine dell’azienda.

Non ti preoccupare non devi redigere migliaia di fogli ma un elenco di semplici regole da comunicare in forma scritta e soprattutto da far rispettare.

Penso che un altro errore in questo caso che compiono molti imprenditori in tutti i settori e di conseguenza anche il tuo ( e anche io ci sono cascato ) è dimenticarsi di controllare in modo costante che le regole vengano applicate senza eccezione.

Anche il più bravo collaboratore che smette di seguire le regole aziendali che hai deciso può diventare la causa  di problemi futuri.

Succede spesso nello sport , quando il fenomeno in una squadra di calcio comincia ad avere un comportamento non in linea con la società spesso succede che poi tutto lo spogliatoio ne risente e quindi anche i risultati.

Ho usato appositamente l’esempio dello sport perché è sotto gli occhi di tutti.

Penso e spero di averti trasmesso qualche  spunto interessate su cui riflettere e su cui fare alcuni ragionamenti proattivi e indirizzati al miglioramento.

Se cosi fosse fammelo sapere come meglio preferisci, puoi commentare sotto, scrivermi in privato via mail e se hai argomenti che vorresti trattassi in futuro non esitare a farmelo sapere.

 

Se te lo sei perso questo è il link al ➡️ ➡️ ➡️ Metodo Impiantista Imprenditore.

 

Intanto continua a seguirmi e vai sul Sito Web .

Se preferisci qui trovi il link al Video sulla Pagina Facebook .

Qui puoi trovare il mio Podcast sulla Piattaforma che più preferisci:

SpotifySpreakerApple StoreGoogle Podcast

Ciao

A presto