Anche il tuo fatturato non corrisponde agli incassi?

 

Stavo facendo 2 chiacchiere con un Impiantista e ad un certo punto parliamo del fatturato dell’anno scorso.

 

Mi dice che ha fatturato 300.000€ ma che ha incassato solo 200.000€ perché diversi lavori sarebbero stati pagati attraverso dei contributi statali con un pagamento un po’ lunghetto.

 

E si lamentava di questi pagamenti lunghi che gli hanno dovuto far stringere la cinghia e di molto.

 

Purtroppo non resisto e gli dico che praticamente pagherà anche le tasse per 300 ma avendo incassato per 200 deve anche anticipare le tasse per la differenza.

 

Alche si fa serio e mi dice che non ci aveva pensato.

 

Spero che a te questo non sia mai capitato ma potrebbe capitare ed è una valutazione da fare quando si decide di accettare un lavoro.

 

Le analisi da fare  sono diverse e una di queste sono i flussi di cassa.

 

Purtroppo tante volte si sottovalutano dei rischi che potrebbero mettere in crisi l’azienda e soprattutto portati via l’ossigeno alla tua azienda impedendoti di fare degli investimenti per far crescere la tua azienda.

 

L’azienda è come un essere umano, per sopravvivere ha bisogno di 3 cosa fondamentali.

 

Ossigeno, Acqua, Cibo.

 

Ci farò un video specifico su questo argomento.

 

Ma tornando all’Impiantista se vogliamo fare una foto della sua situazione attuale possiamo vedere che ha avuto costi proporzionati al suo fatturato, dovrà pagare imposte proporzionate al fatturato ma ha molta meno liquidità a disposizione.

 

Quindi è in crisi di liquidità e deve rinunciare a portarsi a casa un guadagno adeguato per lui oppure rimandare investimenti per sviluppare la sua azienda oppure dover rimandare alcuni pagamenti ai propri fornitori andando forse a incrinare degli ottimi rapporti o ancor peggio tutte le situazioni insieme.

 

Ci potrebbero essere anche altre soluzioni ovviamente, io ne ho elencate solo alcune ma il problema principale è che non può disporre dei soldi che ha fatturato.

 

Pensiamo a cosa avrebbe invece potuto fare con quel denaro che non ha incassato.

 

Avrebbe potuto fare corsi di formazione per rimanere al passo con lo sviluppo economico, corsi di formazione specialistici per la sua attività, una vacanza con la famiglia, oppure chiudere qualche vecchio debituccio che non lo fa dormire la notte, oppure fare un regalo ai figli o anche a se stesso.

 

Questa situazione accade spesso e a dir la verità è un pò il mal costume italiano, infatti in altri stati i pagamenti sono più celeri e garantiti.

 

Cosa possiamo imparare dal racconto di questo Impiantista?

 

La prima cosa che mi viene in mente è che quando si decide di accettare un incarico per eseguire i lavori bisogna valutare diversi aspetti.

 

E il primo sono i tempi di incasso perché come un essere umano non può sopravvivere per più di qualche minuto senza ossigeno  un’azienda non può sopravvivere senza soldi.

 

Ci sono tantissimi casi di aziende che hanno dovuto fallire con portafogli ordini immensi ma senza liquidità in cassa.

La seconda cosa è l’importanza di avere un business plan dell’anno compreso di flussi di cassa per avere sempre la situazione sotto controllo.

 

Parlerò anche di questo prossimamente, intanto continua a seguirmi e spero di averti aiutato con questo video.

 

Scrivimi se hai un argomento che ti sta  a cuore.

 

Se te lo sei perso questo è il link al ➡️ ➡️ ➡️ Metodo Impiantista Imprenditore.

 

Intanto continua a seguirmi e vai sul Sito Web .

Se preferisci qui trovi il link al Video sulla Pagina Facebook .

Qui puoi trovare il mio Podcast sulla Piattaforma che più preferisci:

SpotifySpreakerApple StoreGoogle Podcast

Ciao

A presto